Direttamente al contenuto

Sviluppare e gestire l’architettura del Governo elettronico per il piano di attuazione della strategia

L’architettura del Governo elettronico pone le basi affinché la Confederazione, i Cantoni e Comuni possano creare autonomamente elementi che nel loro insieme forniscono un’offerta di servizi di Governo elettronico funzionante, efficiente e facilmente accessibile ai clienti.

Descrizione dell’obiettivo

Gli elementi di architettura, i sistemi e i domini necessari devono essere esaminati e definiti. Devono essere illustrate le interdipendenze e deve essere elaborata una visione d’insieme dell’architettura dei progetti previsti nel piano di attuazione. L’architettura deve essere adattata periodicamente e gestita secondo le indicazioni del «The Open Group Architecture Framework» (TOGAF).

Il piano di attuazione comprende vari obiettivi e misure, che sono correlati anche a sistemi e a organizzazioni esistenti o ancora da creare. L’obiettivo è gestire l’applicazione delle misure del piano di attuazione in base all’architettura globale, al fine di individuare tempestivamente le interdipendenze e le interfacce.

Visione del progetto

Visione progetto architettura del Governo elettronico svizzero
Formato:
PDF
Dimensione:
416 kb
Aggiornare:

Svolgimento del progetto

La visione 2050 delinea in quale direzione dovrà svilupparsi a lungo termine il Governo elettronico in Svizzera. L’ampio orizzonte temporale è stato scelto affinché le discussioni sulla visione possano essere svolte indipendentemente dalle attuali questioni politiche. La visione mostra le possibilità di sviluppo e offre un punto di riferimento per la discussione in ambito socio-politico.
 
Sulla base del piano di attuazione 2020−2023, viene elaborata un’architettura auspicata per l’attuale periodo strategico. Quest’ultima si concentra su nuovi elementi, che saranno realizzati entro la fine del 2023 e che confluiranno nell’architettura globale. Basandosi su tali elementi e sulla visione 2050 a lungo termine, viene definita la successiva fase d’ampliamento del Governo elettronico in Svizzera, che sarà integrata nella futura strategia.

Comitato d’architettura

Il comitato d’architettura e-Government Svizzera gestisce la realizzazione dell’architettura, valutando e definendo nel quadro dello svolgimento progressivo le priorità delle fasi di lavoro previste. Il comitato d’architettura e-Government Svizzera si compone di rappresentanti degli ambiti dell’economia, della scienza, della società civile e dell’amministrazione.
 
Composizione attuale (stato agosto 2020):
Rappresentante Società/organizzazione Ambito
Andreas Spichiger  ODIC Committente
Jürg Wüst ODIC Direzione del progetto

Peter Kolbe

FFS Economia
Daniel Krebs Posta  Economia
Nicolas Degen Swissmem  Economia
Stefan Agosti E3 / eCH  Economia
Thomas Bächler Swissdec  Economia
Matthias Günter CH Open  Società civile
Alessia Neuroni  BFH  Scienza
Martin Huber CSI Pubblico/Amministrazione
Martin Godel  SECO/portale easyGov  Amministrazione
Daniel Krebs DATEC Amministrazione
Haggai Bass AFC Amministrazione
Matthieu Overney Canton Friburgo/iGovPortal.ch Amministrazione
Lukas Weibel Cantone di Zurigo Amministrazione
Philipp Achermann Canton Berna Amministrazione

Misure finanziate in base al piano di attuazione (stato 2020)

Misure
Costituire un «architecture board».
Definire l’architettura globale per l’attuazione della Strategia di e-government Svizzera 2020–2023.
Implementare l’architettura globale.
Realizzare un progetto pilota per l’integrazione dei servizi online in diversi portali.

Organizzazione responsabile del progetto

Organo direzione informatica della Confederazione ODIC
Schwarztorstrasse 59, CH 3003 Berna

Interlocutore: Jürg Wüst
Contatto: juerg.wuest(at)isb.admin.ch, +41 58 480 87 22