Direttamente al contenuto

Implementare l’identità elettronica

L’obiettivo è garantire agli utenti di potersi identificare in Internet in modo corretto e sicuro. A tal fine è necessaria un’identità elettronica (Ie).

Descrizione dell’obiettivo

Sempre più persone effettuano in Internet transazioni di varia natura, per le quali necessitano di un’identificazione. L’identità elettronica utilizzata a questo scopo deve essere corretta e prevenire gli scambi di persona. Per evitare di rilasciare identità elettroniche false, il Consiglio federale ha stabilito che i compiti essenziali per il rilascio di un’Ie, ovvero la verifica e la conferma ufficiale dell’esistenza di una persona e degli elementi identificativi della stessa, quali nome, sesso o data di nascita, siano di competenza del Governo.

Tuttavia, la Confederazione non svilupperà né rilascerà i dispositivi tecnologici, quali smartphone, carte bancarie o abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblici, necessari all’identità elettronica verificata e confermata ufficialmente. Questo compito sarà svolto da operatori più vicini agli utenti e alla tecnologia in questione. Tuttavia sarà compito del Governo assicurare che gli operatori e le loro soluzioni siano sottoposti a una severa procedura di riconoscimento e a controlli regolari. Una commissione indipendente da istituire a tal fine all’interno del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) sarà incaricata di questo compito.

Solamente la persona interessata avrà la facoltà di utilizzare e rivelare i propri dati. Sul fronte opposto, ogni operatore di servizi online dovrà decidere autonomamente se richiedere o meno l’utilizzo dell’identità digitale certificata dallo Stato per consentire l’accesso ai suoi servizi.

L’Ie è un elemento chiave sul quale si sviluppano altri servizi digitali finalizzati al buon funzionamento delle operazioni ad esempio di Governo elettronico, e-banking, e-commerce, e-health, e-education ed e-voting. Essa può fornire un importante contributo alla trasformazione digitale in Svizzera.

Stato di avanzamento del progetto

Le condizioni quadro giuridiche per una soluzione di identificazione sicura in rete sono state poste nella sessione autunnale 2019. Nella votazione finale le Camere federali hanno adottato la legge federale sui servizi d’identificazione elettronica (legge sull’Ie; LSIe), raggiungendo quindi un importante traguardo. La LSIe prevede una suddivisione dei compiti tra settore pubblico e settore privato. Mentre le imprese svizzere mettono a disposizione un mezzo di autenticazione per l’Ie, lo Stato verifica e conferma ufficialmente l’identità di una persona, provvede alle disposizioni legali ed esercita la vigilanza sui fornitori privati. Questa soluzione non è tecnologicamente vincolata ed è quindi in grado di reagire con sufficiente flessibilità alle esigenze e alle tecnologie in rapida evoluzione. Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo https://www.bj.admin.ch/bj/it/home/staat/gesetzgebung/e-id.html. Nell’ottobre del 2019 gli oppositori di tale ripartizione dei compiti hanno depositato un referendum. Il comitato chiede una rinuncia alla partecipazione del settore privato.

Misure finanziate in base al piano di attuazione

Misure
Termine ultimo
M1: preparare una base legale giuridicamente vincolante che disciplini la collaborazione tra lo Stato e gli Identity Provider responsabili dell’attuazione per i privati; garantire la gestione degli stakeholder. 01.07.2021
M2: permettere di associare il numero di registrazione dell’Ie al numero AVS a 13 cifre (NAVS13) nei sistemi amministrativi di tutti i livelli istituzionali; supportare le applicazioni pilota dell’Ie.

31.12.2021

M3: predisporre tutti i servizi statali di base necessari per la gestione e l’uso dell’Ie che rientrano nella responsabilità di fedpol.

31.12.2021

Documentazione

Documentazione sulla legge sull’Ie (sito web dell’UFG) e sulle deliberazioni parlamentari
sulle deliberazioni parlamentari
Presentazione dei sistemi di Ie riconosciuti a livello statale (in tedesco)

Organizzazione responsabile

Ufficio federale di polizia fedpol

Interlocutore: Philippe Lorenz

Contatto: philippe.lorenz(at)fedpol.admin.ch, +41 58 485 08 44