Direttamente al contenuto

Innovazioni e progetti di partecipazione elettronica 2020

Innovazioni

Il Comitato di pianificazione ha deciso di finanziare, nel 2020, le seguenti innovazioni:

«Elaborazione automatica delle e-mail attraverso le infrastrutture critiche (Cantone di Argovia)»

L’assicurazione sociale Aargau SVA ogni anno riceve centinaia di migliaia di e-mail: una buona parte di queste contiene domande relative alla riduzione dei premi. Anche le domande più semplici richiedono tempi d’attesa molto lunghi. L’introduzione del chatbot «Maxi» ha posto rimedio a questa situazione, riducendo le e-mail in entrata di circa il 30 per cento.

Il chatbot è in grado di rispondere a domande generali che non contengono dati sensibili. Tutte le altre e-mail in futuro dovranno essere smistate ed elaborate ulteriormente in modo automatico e intelligente (apprendimento automatico). A tal fine il chatbot dovrebbe smistare correttamente le richieste contenenti dati personali e, a seconda della natura della domanda, avviare un processo direttamente nell’applicazione specialistica.

Una volta che il progetto sarà concluso con successo, dovrà essere verificata la sua estensione anche ad altre assicurazioni sociali all’interno della SVA Aargau e il chatbot dovrà eventualmente essere messo a disposizione di altri fornitori di soluzioni.

Studio sull’architettura per l’accesso di aziende e popolazione (Cantone di San Gallo)

Attualmente, popolazione e aziende non possono accedere ai servizi di diversi ambiti specialistici con un unico login. Ciò dovrebbe essere reso possibile con l’identity and access management (IAM, gestione dell’identità e degli accessi). A livello organizzativo e tecnico, l’IAM si basa su una serie di ruoli, regole e processi.

Nello studio commissionato si approfondisce il tema dell’accesso ai servizi con l’IAM dal punto di vista della popolazione e delle aziende (approccio orientato all’utente). L’accento sarà posto sull’identità dei cittadini e, in particolare, sul loro accesso ai servizi riguardanti ad esempio le imposte o la circolazione stradale. Lo studio proporrà linee guida specifiche dell’IAM per una realizzazione futura e conterrà informazioni sui ruoli, sui processi e sui contenuti organizzativi e tecnici di notevole importanza per i futuri servizi digitali destinati a cittadini e aziende. Lo studio sarà realizzato in modo possibilmente indipendente dal contesto cantonale affinché i risultati possano essere estesi a tutta la Svizzera.

Una blockchain privata ed ecologica per la fiducia digitale (Cantone del Giura)

I cittadini del Cantone del Giura hanno accesso ad un portale, tramite il quale possono scambiare documenti personali con l’Amministrazione. Attualmente questo sistema si basa sulla fiducia della popolazione nella sicurezza e nell’integrità dei sistemi informatici dello Stato. 

Lo scopo principale del progetto «Vision Confiance numérique», è proporre soluzioni innovative che permettano ai cittadini di esercitare la sovranità assoluta sui propri dati e sulle proprie interazioni digitali con lo Stato. A sua volta, lo Stato deve essere sempre in grado di dimostrare l’integrità dei dati di cui è responsabile o che custodisce e di offrire alla popolazione la possibilità di verificare tali dati mediante diversi servizi indipendenti.
Il secondo scopo del progetto è garantire l’integrità e l’origine dei certificati emessi dallo Stato anche quando questi vengono stampati dai cittadini. 

I dati non devono essere né condivisi né pubblicati. Questo approccio permetterà di tutelare integralmente la sfera privata dei cittadini. La blockchain KSI (Keyless Signature Infrastructure) è ecologica poiché non si basa su algoritmi di consenso con funzione «Proof of Work». Al contrario del bitcoin, non comporta quindi alcun aumento del consumo di corrente.

Progetti di partecipazione elettronica

Il Comitato di pianificazione ha deciso di finanziare, nel 2020, i seguenti progetti di partecipazione elettronica:

Piattaforma ginevrina per la partecipazione dei cittadini (Cantone di Ginevra)

Per incoraggiare la popolazione a partecipare al processo decisionale politico, il Cantone di Ginevra ha messo in rete questionari elettronici e ha organizzato workshop che hanno avuto un riscontro positivo. Incoraggiato da questi primi risultati, il Cantone di Ginevra ha deciso di predisporre una piattaforma digitale basata su un software open source sperimentato. Lo scopo del progetto è promuovere gli approcci partecipativi tenendo in considerazione la tutela dei dati personali. Questa piattaforma sarà messa a disposizione di tutte le autorità ginevrine (Cantone, Comuni, istituti parastatali). Il progetto è già in corso e sarà concluso nel primo trimestre del 2020.

Revisione totale della pianificazione territoriale di Goldach (Comune di Goldach)

Nel Cantone di San Gallo la partecipazione della popolazione all’emanazione e alla modifica di piani direttori e di utilizzazione è prescritta dalla nuova legge sulla pianificazione e sulle costruzioni del Cantone di San Gallo. Secondo tale legge, le autorità devono provvedere ad un’adeguata partecipazione della popolazione. Nei prossimi anni, molti Comuni del Cantone di San Gallo procederanno a una revisione della pianificazione territoriale. Per rispondere alle esigenze della legislazione, il Comune di Goldau prevede di creare un portale di partecipazione elettronica, tramite il quale la popolazione potrà esprimersi in merito a diversi strumenti di pianificazione territoriale delle autorità.

sito web e-partecipazione comune di Goldach (in tedesco)

Piattaforma comunitaria digitale (città di Winterthur)

Per muovere un ulteriore passo verso la smart city, la città di Winterthur sviluppa e lancia una piattaforma comunitaria digitale destinata a tutti i quartieri. Questa piattaforma vuole promuovere la partecipazione e l’interazione digitale nei quartieri e favorire la comunicazione tra questi ultimi e la città. Lo strumento offre diverse funzionalità, grazie alle quali gli abitanti di un quartiere possono scambiarsi le opinioni su diverse tematiche ed esigenze come pure ricevere e offrire aiuto. La piattaforma permette loro di scambiarsi facilmente i punti di vista sulla pianificazione del quartiere, ad esempio sulle aree ricreative, le attività del tempo libero o le manifestazioni e di richiedere il sostegno della città per realizzarle. Nel quadro di questo progetto sarà sviluppato un piano di attuazione per concepire la struttura e i processi di una piattaforma di quartiere digitale e scalabile. Sarà inoltre accordato un sostegno finanziario volto a promuoverne la valutazione e l'ottimizzazione.

«Quartieridee»: idee e bilancio partecipativi nel quartiere zurighese di Wipkingen (città di Zurigo)

Nell'ambito di un progetto pilota, nel 2020 gli abitanti di Wipkingen potranno presentare le proprie idee sulla pianificazione del proprio quartiere. In seguito, un bilancio partecipativo sarà ripartito fra quelle più popolari. L'intero processo si svolgerà attraverso una piattaforma online, ma sarà accompagnato da formati offline. Grazie al sostegno di e-government Svizzera, i temi e i contenuti della piattaforma digitale potranno essere adattati alle esigenze di un Comune svizzero e si potranno coinvolgere altri attori e promuovere altre misure di comunicazione.

Geoportale intercomunale per l’utilizzo degli spazi pubblici (città di Yverdon-les-Bains)

La città di Yverdon-les-Bains è responsabile della gestione e dello sviluppo del portale regionale Géoportail du Nord Vaudois (mapnv.ch). La città intende lanciare un progetto open source di gestione dei dati geografici per offrire a tutti gli attori della regione (cittadini, studi d’ingegneria, aziende, ecc.) la possibilità di presentare le loro richieste di utilizzo degli spazi pubblici mediante un unico portale intercomunale. Le domande potranno essere trattate da tutte le autorità iscritte alla piattaforma. Questa soluzione offre alle amministrazioni una visione d'insieme dello spazio e del tempo d'uso previsti del suolo pubblico, che si tratti di permessi edilizi di competenza comunale, di permessi di scavo, di eventi culturali o sportivi.