Direttamente al contenuto

Monitoraggio 2017

L’attività di monitoraggio fornisce un quadro d’insieme dell’operato del Governo elettronico in Svizzera negli ambiti «offerte online», «infrastrutture», «fattori chiave», «orientamento all’utente» e «trasparenza» ed effettua un confronto rispetto a quanto accade all’estero.

Offerte online

Popolazione

Economia

L’80 per cento delle imprese svizzere usufruisce dei servizi delle autorità o svolge pratiche amministrative. Di queste, il 68 per cento lo fa per via elettronica almeno nella metà dei casi. Il riscontro dei rappresentanti dell’economia per le offerte online dell’amministrazione pubblica è molto positivo, al punto che il 70 per cento delle imprese interpellate si dice soddisfatto, mentre solo il 10 per cento esprime insoddisfazione. Secondo le imprese, a frenare l’utilizzo delle prestazioni elettronice delle autorità sono soprattutto l’irreperibilità delle prestazioni, i processi di registrazione onerosi, la mancanza di spiegazioni sull’utilizzo dell’offerta di Governo elettronico o sul funzionamento dei processi, la scarsa fiducia riguardo alla protezione e alla sicurezza dei dati.


Fonte: Studio nazionale sul Governo elettronico 2017

Amministrazione

Sebbene sia in costante evoluzione, l’offerta di governo elettronico delle autorità svizzere è piuttosto modesta se paragonata a quella di altri Paesi (60 % del valore massimo raggiungibile e 64a posizione nella graduatoria internazionale). Per quanto riguarda le possibilità di interazione tra il Governo e i cittadini, ad esempio sotto forma di costante fornitura di input, di regolari consultazioni o di piattaforme di social media (e-partecipazione), la Svizzera a livello internazionale è ancora più arretrata e si trova in 70a posizione. Se si considerano gli ottimi presupposti in Svizzera (vedi Infrastrutture), l’Amministrazione non sfrutta ancora sufficientemente il Governo elettronico.


Fonte: The Global Innovation Index 2017

Secondo i collaboratori di Confederazione, Cantoni, città e Comuni, l’offerta online delle autorità dovrebbe essere ampliata dell’85 per cento circa per rispondere alle esigenze odierne dei cittadini. L’ampliamento dei servizi online è ostacolato soprattutto dalle scarse risorse di personale, dalla mancanza di tempo e dai limiti di budget.


Fonte: Studio nazionale sul Governo elettronico 2017

Infrastrutture

In termini di infrastrutture la Svizzera è il Paese più innovativo per il settimo anno consecutivo. I risultati migliori sono stati ottenuti nelle categorie Conoscenza e tecnologia (1° rango) e Creatività (3° rango). A livello europeo, nel 2016 la Svizzera ha depositato il maggior numero di brevetti per abitante, un indice di elevata forza innovatrice. Inoltre, dimostra buone prestazioni anche nelle categorie Contesto politico-normativo sicuro (8° rango), Capitale umano e ricerca (7°rango), Infrastrutture (6° rango) e Grado di maturità del mercato (7° rango) e delle imprese (3° rango). Nonostante la Svizzera sia leader nel campo delle tecnologie digitali e delle infrastrutture, oltre ad essere un Paese politicamente stabile, vi è un potenziale di miglioramento per l’offerta online delle autorità.


Fonte: The Global Innovation Index 2017

Fattori chiave

Orientamento all’utente

Sebbene piuttosto modesta, l’offerta online delle autorità svizzere si situa nella media europea (78 %) per quanto riguarda l’indicatore principale «orientamento all’utente». Le autorità elvetiche offrono i loro servizi online con sempre meno discontinuità dei sistemi di trasmissione (76 %, dove 100 % = completamente transazionale). L’utilizzabilità (feedback online ecc.) dei siti Internet delle autorità svizzere in determinati ambiti (formazione, sanità, finanze, lavoro, prestazioni sociali) è molto alta (93 %).


Fonte: EU eGovernment Benchmark 2017

Mobilità

Trasparenza