Direttamente al contenuto

Monitoraggio 2019

Con l’attività di monitoraggio 2019 la Segreteria fornisce un quadro d’insieme dello sviluppo del Governo elettronico in Svizzera (da settembre 2018 ad agosto 2019) e li confronta con quelli esteri. A tale scopo, si analizzano studi nazionali e internazionali, con particolare attenzione agli indicatori quali l’orientamento all’utenza, l’infrastruttura e l’innovazione, le prestazioni di base, la mobilità e la trasparenza.

e-government Svizzera a confronto con l’estero

Servizi online

Disponibilità: I servizi online esaminati delle autorità svizzere sono disponibili online per l’84 % (EU: 84 %), il 10 % in più rispetto a quattro anni fa. Anche in uno studio delle Nazioni Unite la disponibilità dei servizi online è migliorata di 0,25 punti in 2 anni. In base all’indice di sviluppo del Governo elettronico (E-Government Development Index, EGDI, oppure Online Service Index), nel 2018 la Svizzera occupava il 35° posto su un totale di 193 Paesi (0,85 su una scala da 0 a 1, indice medio: 0,57). Ai primi posti figuravano la Danimarca, gli Stati Uniti, Singapore e la Corea.

Fonte: The European Commission eGovernment Benchmark 2019 e UN eGovernment Survey 2018

Utilizzo: Negli ultimi 12 mesi, circa il 58 % della popolazione svizzera ha fatto ricorso all’offerta di servizi online delle autorità. La Svizzera e la Germania registrano un risultato migliore rispetto all’anno precedente, mentre l’Austria un risultato peggiore. La flessibilità dell’orario e del luogo di lavoro motiva le persone a sbrigare elettronicamente una pratica mediante i servizi offerti dalle autorità.

Fonte: eGovernment Monitor 2019

Ostacoli all’utilizzo: In quattro anni la Svizzera è riuscita a eliminare gli ostacoli all’utilizzo di servizi elettronici delle autorità. Il grado di notorietà dei servizi online ha potuto essere incrementato del 20 % circa. I motivi sono praticamente gli stessi da vari anni:

  • il 46 % conosce troppo poco l’offerta (scarsa notorietà);
  • il 42 % ritiene troppo impersonale il disbrigo online delle pratiche
  • il 40 % esprime perplessità in merito alla sicurezza dei dati
Fonte: eGovernment Monitor 2019

Infrastruttura e innovazione

Sviluppo del Governo elettronico in Svizzera: Per quanto riguarda l’indice di sviluppo del Governo elettronico (E-Government Development Index, EGDI, oppure Online Service Index) che considera 193 Stati, la Svizzera occupa il 15° posto (indice della Svizzera: 0,85; indice medio: 0,55), salendo di 13 posti in 2 anni.

Fonte: UN eGovernment Survey 2018

Innovazioni: Per la nona volta consecutiva, nel 2019 la Svizzera si distingue come il Paese più innovativo. Ha ottenuto il 1° posto nelle categorie della conoscenza e della tecnologia nonché della creatività. Per quanto riguarda la qualità dell’innovazione, si situa al 4° posto, subito dopo gli USA, la Germania e il Giappone.

Fonte: The Global Innovation Index 2019

Servizi di base

Per quanto concerne lo sviluppo di servizi di base fondamentali, la Svizzera si colloca al di sotto della media europea (CH: 31 %; EU: 61 %). In Svizzera non esiste tuttora alcun sistema di identificazione elettronica valido a livello nazionale. Inoltre, sono tuttora pochi i servizi per cui si possono compilare automaticamente i moduli con informazioni già note alle autorità («once-only»).

Fonte: The European Commission eGovernment Benchmark 2019

Mobilità

La popolazione svizzera e le imprese possono utilizzare in modo transfrontaliero i servizi online delle autorità (ad es. costituzione di un’impresa o soggiorno di studio all’estero). In questo ambito la Svizzera si situa chiaramente al di sopra della media europea (CH: 74 %; EU: 66 %).
 
Fonte: The European Commission eGovernment Benchmark 2019

Transparenza

Per quanto concerne la trasparenza, molti Paesi europei registrano valori migliori rispetto alla Svizzera (CH: 44 %; EU: 66 %). Le autorità mettono apertamente a disposizione i dati sulle proprie competenze e prestazioni. Lo svolgimento delle pratiche come pure l’utilizzo di prestazioni e dati personali devono essere resi molto più trasparenti (tracciabili). Nel caso dei servizi rivolti alle imprese, sono del resto disponibili molte più informazioni che non nel caso dei servizi destinati alla popolazione.

Fonte: The European Commission eGovernment Benchmark 2019

Governo elettronico nei Cantoni e nei Comuni

Strategie cantonali di Governo elettronico

Tutti i Cantoni eccetto uno hanno una strategia di Governo elettronico (stato: agosto 2018). La maggioranza dei Cantoni si è fortemente ispirata alla strategia di e-government nazionale.

Fonte: Studio nazionale sul Governo elettronico 2019

Governo elettronico nei Cantoni e nei comuni

Ai primi posti nella graduatoria della digitalizzazione si collocano i Cantoni di San Gallo, Argovia, Zugo e Neuchâtel. La Confederazione e i Cantoni auspicano l’introduzione di un’identità elettronica. I Comuni desiderano soprattutto che il servizio eTrasloco sia introdotto in tutta la Svizzera senza discontinuità dei sistemi di trasmissione.

Fonte: Institut für Politikwissenschaft dell’Università di Berna e Studio nazionale sul Governo elettronico 2019