Direttamente al contenuto

Valutazione comparativa del 2020 del Governo elettronico nei Paesi dell’UE

Il rapporto sulla valutazione comparativa del Governo elettronico pubblicato il 23 settembre 2020 dalla Commissione europea analizza le prestazioni delle autorità in diversi ambiti della vita quotidiana. La Svizzera è migliorata rispetto agli anni precedenti.

Nella valutazione comparativa del Governo elettronico, la Commissione europea analizza i progressi compiuti nella digitalizzazione dell’amministrazione. Ogni due anni la Commissione fa esaminare tali progressi in otto eventi della vita quotidiana della popolazione e dell’economia sulla base dei seguenti indicatori principali: orientamento all’utente, trasparenza, mobilità transnazionale della popolazione e delle imprese nonché servizi di base. L’ultimo rapporto fa luce anche sull’importanza dei servizi online durante la crisi dovuta al coronavirus, che ha costretto la maggior parte dei Paesi a imporre il confinamento e numerose autorità a chiudere i loro uffici.

Lo studio riguarda, oltre alla Svizzera e ai 27 Stati membri dell’UE, pure l’Islanda, la Norvegia, la Serbia, il Montenegro, la Turchia, il Regno Unito, l’Albania e la Macedonia del Nord. Nella valutazione complessiva primeggiano ancora Malta, l’Estonia, l’Austria e la Lettonia.



La Svizzera migliora la propria performance complessiva

Con una performance complessiva del 54 per cento (2018: 47 %), la Svizzera si classifica al 29° posto su 36 Stati analizzati. Rispetto all’ultima valutazione, la Svizzera è migliorata in tutti gli indicatori principali presi in esame. Deve ancora recuperare punti nell’ambito dei servizi di base, in particolare nell’impiego delle identità digitali e delle fonti di informazioni autentiche (ad es. moduli precompilati) e nella trasparenza.

La Svizzera continua a sviluppare i propri servizi di base in modo sistematico. Nella Strategia di e-Government Svizzera 2020–2023, la Confederazione, i Cantoni e i Comuni elaborano anche il quadro giuridico per un’identità elettronica riconosciuta dallo Stato. Infatti, studi come questo dimostrano che gli Stati che dispongono di servizi di base ben sviluppati sono all’avanguardia in materia di Governo elettronico. Tali servizi sono inoltre fondamentali per garantire un’esecuzione semplice ed efficiente dei processi elettronici.

Fonte: Commissione europea


Valutazione comparativa del 2020 del Governo elettronico nei Paesi dell’UE
3. eGovernment Benchmark - Country Factsheet CH
Formato:
PDF
Dimensione:
221 kb
Aggiornare: